venerdì 15 gennaio 2016

La provincia di Caserta ha smaltito 10 milioni di tonnellate di rifiuti. Nella sola zona di Ca Filissine sono state depositate 3,5 milioni di tonnellate di rifiuti solidi urbani più una quantità stimata di circa 500/600 mila ton nelle vecchie discariche confinanti. Ora si vorrebbero smaltire ancora 2,7 milioni di ton. di rifiuti speciali per un totale di quasi 7 milioni di ton. di rifiuti. Riprendendo quanto scritto sotto per Brescia. Se in Campania è "terra dei fuochi", Ca Filissine che cos'è?

Movimento Ambiente&Vita http://ift.tt/1TXrOiV La provincia di Caserta ha smaltito 10 milioni di tonnellate di rifiuti. Nella sola zona di Ca Filissine sono state depositate 3,5 milioni di tonnellate di rifiuti solidi urbani più una quantità stimata di circa 500/600 mila ton nelle vecchie discariche confinanti. Ora si vorrebbero smaltire ancora 2,7 milioni di ton. di rifiuti speciali per un totale di quasi 7 milioni di ton. di rifiuti. Riprendendo quanto scritto sotto per Brescia. Se in Campania è "terra dei fuochi", Ca Filissine che cos'è?

giovedì 14 gennaio 2016

Questa è la diffida a non procedere con la valutazione del progetto che i nostri avvocati hanno inviato alla commissione via il 17/12/15. Ma la nostra amministrazione oggi è ancora in Regione a sostenere che il progetto da 2,7 milioni di tonnellate di rifiuti speciali è una soluzione. Non si poteva far altro ??? Perché non si chiede di procedere con le misure emergenziali al fine di evitare la tracimazione del percolato? Intanto si possono cercare altre soluzioni con l'aiuto di tanti.

Movimento Ambiente&Vita http://ift.tt/1TXrOiV Questa è la diffida a non procedere con la valutazione del progetto che i nostri avvocati hanno inviato alla commissione via il 17/12/15. Ma la nostra amministrazione oggi è ancora in Regione a sostenere che il progetto da 2,7 milioni di tonnellate di rifiuti speciali è una soluzione. Non si poteva far altro ??? Perché non si chiede di procedere con le misure emergenziali al fine di evitare la tracimazione del percolato? Intanto si possono cercare altre soluzioni con l'aiuto di tanti.

I deputati del PD veronese hanno un piccolo problema: l'amministrazione di Pescantina, che fa riferimento a loro, ha approvato un progetto capestro per i cittadini prevedendo il conferimento di una montagna di rifiuti speciali. Un grave errore perchè proprio la presenza di questa soluzione, da noi osteggiata, riduce la possibilità di accedere ai fondi che permetterebbero la sola bonifica di Ca Filissine. Dura adesso chiedere i soldi!!!!! Ma noi ci proveremo comunque e con chiunque sarà disponibile.

Movimento Ambiente&Vita http://ift.tt/1TXrOiV I deputati del PD veronese hanno un piccolo problema: l'amministrazione di Pescantina, che fa riferimento a loro, ha approvato un progetto capestro per i cittadini prevedendo il conferimento di una montagna di rifiuti speciali. Un grave errore perchè proprio la presenza di questa soluzione, da noi osteggiata, riduce la possibilità di accedere ai fondi che permetterebbero la sola bonifica di Ca Filissine. Dura adesso chiedere i soldi!!!!! Ma noi ci proveremo comunque e con chiunque sarà disponibile.

giovedì 7 gennaio 2016

Il progetto shock è rinviato


Il progetto shock è rinviato. Le perplessità avanzate dal Movimento con le osservazioni costringono la commissione VIA regionale a chiedere un supplemento di istruttoria. Anche le integrazioni presentate dalla amministrazione di Pescantina non sono state ritenute sufficienti per arrivare alla approvazione del progetto "SHOCK" Ancora una volta il Movimento è riuscito ad interrompere l'approvazione del progetto nonostante questa volta l'amministrazione comunale abbia speso ben 436.000 euro per il progetto, pagato 34.000 euro per la pseudo indagine idrogeologica e abbia accordato fino ad oggi, incarichi legali per una 50.000 euro. Il Movimento, forte delle 4100 firme dei cittadini di Pescantina è riuscito con le sue azioni autofinanziate, a far emergere tutte le contraddizioni e spinto gli enti a richiedere ancora tempo. Dopo 4 anni e mezzo dall'inizio del procedimento, la Commissione VIA ha ritenuto infatti che i contenuti del progetto fossero insufficienti ed incompleti e ha negato l'approvazione. Come da noi fatto osservare nelle diverse sedi, il progetto presenta gravi lacune sia sotto il profilo tecnico, sia sotto quello profilo ambientale e manca di un realistico piano economico. A tutto questo si aggiunge la forte preoccupazione della Regione che, nel caso di approvazione di un progetto carente, si vedrebbe chiamata a difendersi in sede legale dai gruppi contrari al progetto con il rischio di vedersi bloccata una situazione che necessita invece di provvedimenti rapidi. Noi del Movimento ribadiamo che Ca Filissine non può essere lasciata nello stato attuale ma, in forte contrapposizione con l'amministrazione, confermiamo la volontà ferma di arrivare ad una chiusura senza ulteriori conferimenti. Il problema economico deve trovare una sua soluzione diversa perché a pagare non devono essere ancora i cittadini di Pescantina. Proprio di questo che avevamo discusso nel nostro incontro di 10 giorni fa in Regione con l'assessore Bottacin il quale ha dato seguito alla nostra richiesta inviando una lettera il 22 Dicembre al Ministero all'ambiente. Pescantina ha già dato. Il Movimento coglie l'occasione per ringraziare tutti i cittadini per la fantastica collaborazione ed augura a tutti buon Natale ed un splendido 2016.

giovedì 19 novembre 2015

Ecco le osservazioni presentate alla commissione VIA della Regione Veneto

Qui di seguito troverete tutta la documentazione di riferimento servita per produrre le osservazioni presentate alla Commissione VIA della Regione Veneto.


venerdì 13 novembre 2015

Salute e discarica: una testimonianza di Flavio Zuliani